Iniziative ed eventi

Far luce sul diabete giovanile: i vent’anni di Agd Italia

Seguici su

Far luce sul diabete giovanile è il fine di Agd Italia, coordinamento di 41 associazioni distribuite in diciassette regioni italiane, che ha appena festeggiato i vent’anni di attività con un convegno a Parma intitolato “1996 – 2016 – 20 anni di impegno per far luce sul diabete giovanile”.

Nell’occasione Agdi ha anche rinnovato il proprio direttivo, confermando all’unanimità Gianni Lamenza nel ruolo di presidente. Lamenza sarà affiancato, nei prossimi tre anni, dal vicepresidente Fabiano Marra (presidente di Agd Verona), dal segretario Giorgio Cesari (presidente di Adg Trento), dalla tesoriera Laura Tamberi (presidente di Agd Livorno) e dai consiglieri Bruno Azzaro (Agd Sicilia), Elisa Calzetti (Agd Parma), Massimo Cipolli (Agd Umbria), Francesca Magnano (Agd Lecco), Francesco Medina (Agd Lecce). Nino Cocconcelli è stato proclamato per acclamazione presidente onorario di Agd Italia per il suo meritorio impegno in questi vent’anni di storia dell’associazione.

Agdi ricorda che oggi in Italia si stimano più di 15.000 bambini e giovani con diabete di tipo 1. In loro difesa e aiuto, e a sostegno delle loro famiglie, fin dal 1996 l’associazione si muove come “interlocutore delle istituzioni, rappresentativo dei genitori di minori affetti dalla malattia”, e promotrice di campagne di informazione e formazione con lo slogan “Facciamo luce sul diabete giovanile”.

Al convegno di Parma, condotto dalla presentatrice televisiva Licia Colò e dal giornalista Fabio Bolzetta, hanno partecipato oltre 300 persone; sono stati affrontati temi chiave quali la scuola, la famiglia, lo sport, gli aspetti psicologici del diabete e il progetto educativo sociosanitario ideato da Agd Italia, simboleggiato dall’orsetto di peluche Lino. Il progetto “Lino e il diabete” è costituito da iniziative mirate ad aiutare bambini affetti da diabete di tipo 1 e a sostenere le loro famiglie con lo scopo di fornire loro una guida e un sostegno informativo e psicologico (tra le idee realizzate, ricordiamo il libro “Lino e il diabete, storia di un amico coraggioso”, e il recente concorso di disegno per bambini e ragazzi “Buon compleanno Lino”. Per saperne di più, potete consultare il sito internet dedicato all’iniziativa.

Al’incontro parmense sono intervenuti rappresentanti del Ministero della Salute e del Ministero dell’Istruzione, dell’Inps, della Siedp, di Diabete Italia, delle variegate realtà dell’associazionismo italiano (Aniad, Fand, Ardi, Diabete Forum e Feder, Sostegno 70), oltre a molti diabetologi e pediatri.

Gli scopi e gli obiettivi di Agd Italia

Agd Italia, direttamente e attraverso le associazioni che ne fanno parte, si propone di:

  • combattere le discriminazioni nelle cure, nelle scuole, nello sport, nel lavoro e nella società
  • mantenere stretti contatti con gli enti sanitari per garantire che le cure a favore dei bambini e giovani con diabete siano attuate ovunque in modo ottimale
  • informare e sensibilizzare l’opinione pubblica sul diabete in età pediatrica e giovanile
  • promuovere la ricerca scientifica e operativa (metodi, terapie, informazioni) sul diabete e diffonderne i risultati
  • rappresentare le associazioni affiliate, nei confronti degli organi istituzionali e sanitari
  • incoraggiare la nascita di nuove associazioni
  • garantire omogeneità di assistenza su tutto il territorio nazionale
  • favorire l’interscambio delle esperienze territoriali fra le associazioni e garantire la diffusione delle informazioni
  • sviluppare collaborazioni con Diabete Italia e a livello internazionale per ricerca, istruzione e difesa dei giovani con diabete.

Commenti

diabete-giovanile