Prevenzione e trattamento 

attività-fisica-diabete

Attività fisica con il diabete: occhio alla glicemia

Seguici su

Sappiamo bene che fare attività fisica con il diabete è sicuramente consigliato, perché lo sport ha effetti positivi sul buon controllo del diabete (potete approfondire il tema qui e qui e negli altri articoli della nostra sezione “Sport”). Ma praticare attività fisica con il diabete richiede alcune precauzioni, innanzitutto quella di tenere sempre d’occhio la glicemia prima, durante e dopo lo sforzo ed effettuare gli eventuali interventi per raggiungere i valori corretti in rapporto all’esercizio che si intende svolgere (secondo durata e intensità) e al proprio equilibrio generale (considerando quindi anche la terapia insulinica e/o farmacologica prescritta e l’alimentazione seguita). È importante sapere che la glicemia non deve né scendere troppo (ne abbiamo parlato più estesamente qui), né salire troppo in alto. È bene ricordare in particolare che, se, prima di praticare un’attività fisica o sportiva, dall’autocontrollo si riscontra una glicemia troppo bassa o troppo alta, l’attività sportiva non deve essere iniziata, perché, in caso di valori glicemici troppo squilibrati, cessa di essere benefica.

Se la glicemia è inferiore a 80 mg/dl o superiore a 300 mg/dl l’attività fisica non deve essere iniziata.

Se volete fare attività fisica con il diabete, dovete dunque innanzitutto accertarvi che la vostra glicemia, prima dello sforzo che state per intraprendere, non sia inferiore a 80 mg/dl o superiore a 300 mg/dl; in questi due casi, l’attività non deve essere cominciata: con una glicemia sotto il valore indicato, si va incontro a una pericolosa crisi ipoglicemica (l’allarme di ipoglicemia grave scatta al di sotto di 70 mg/dl); con una iperglicemia sopra i 300 lo sforzo non farebbe diminuire i valori, ma avrebbe addirittura l’effetto opposto di farli ulteriormente salire, un rischio assolutamente da evitare (di ipoglicemia e iperglicemia abbiamo parlato anche qui)

In caso di glicemia molto bassa (meno di 80), occorre quindi assumere zuccheri, restare fermi e calmi per un’ora e poi misurare di nuovo i valori di glucosio nel sangue. Se la glicemia è molto alta (300 o più), bisogna somministrarsi l’insulina (secondo il dosaggio concordato con il vostro medico), attendere un’ora senza fare sforzi, e ripetere l’autocontrollo della glicemia.

Commenti

Potrebbe interessarti